Fase 2: da lunedì 18 maggio riparte il comparto del commercio a Roma

 In News

In queste ore sarà emanata l’ordinanza ufficiale che consentirà la riapertura di tutte le tipologie di attività nella Regione Lazio.

Non dovrebbero esserci dietro front rispetto a quanto anticipato dal Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, anche in occasione del Consiglio regionale che si è tenuto ieri.

Via libera quindi a partire da lunedì 18 alla riapertura di tutte le tipologie di attività, compresi bar, ristoranti estetisti e parrucchieri e alla riapertura di tutte le attività del settore non alimentare presenti all’interno dei mercati rionali.

Sono ore cruciali anche per le tanto attese linee guide che forniranno  le indicazioni che riguardano le misure di sicurezza che ciascun settore dovrà attuare e far rispettare dai dipendenti e dalla clientela.

Nel frattempo il Comune di Roma ha emanato una nuova ordinanza che rivede gli orari previsti per le aperture domenicali e nei giorni festivi, consentendo l’apertura in orari diversi da quelli previsti dal lunedì al sabato, sempre nel rispetto della normativa regionale e nazionale.

Le tre fasce di orario consentiranno una ripresa graduale ma completa di tutte le attività. Ecco quali saranno gli orari a partire dal 18 maggio e fino al 21 giugno che le  attività – raggruppate per tipologia – osserveranno dal lunedì al sabato:

•         F1: raggruppa gli esercizi di vicinato del settore alimentare, i laboratori alimentari, le medie e grandi strutture di vendita del settore alimentare, i panificatori, che potranno decidere fra due opzioni: F1A: apertura dalle ore 7.00 ed entro le 8.00 – chiusura entro le 15.00; F1B: apertura dalle ore 7.00 ed entro le 8.00 – chiusura dopo le ore 19.00 ed entro le 21.30.

•         F2: comprende i laboratori non alimentari, con apertura da effettuarsi nell’intervallo dalle ore 9.30 alle ore 10.00 – chiusura  entro le ore 19.00.

•         F3: costituita da esercizi di vicinato, medie e grandi strutture di vendita del settore non alimentare, acconciatori ed estetisti, Phone center – Internet point, con apertura da effettuarsi nell’intervallo dalle ore 11.00 alle 11.30 – chiusura dopo le ore 19.00 ed entro le 21.30.

Queste disposizioni non si applicano al commercio su aree pubbliche, alle edicole, ai centri commerciali, alle tabaccherie, alle farmacie, alle parafarmacie, agli esercizi di qualsiasi tipologia all’interno di stazioni ferroviarie e aree di servizio, né alle altre attività non espressamente disciplinate dal provvedimento, che seguiranno gli orari stabiliti dalle norme generali che disciplinano la loro attività.

 

 

Post recenti